“La maggior parte delle testimonianze sulla tavoletta Ouija riportano di aver avuto risposte sul passato, presente e futuro attendibili ma soprattutto, di non aver mai mosso volontariamente il cursore…”

 

L’origine del nome Ouija rimane ancora poco chiaro; nasce dall’unione di due parole, una francese e l’altra tedesca che entrambe significano SI: “oui” e “ja”. In America la tavoletta si chiama “Weegee”. Venne brevettata nel 1891 da Elijah J. Bond e prodotta dalla Kennard Novelty Company.

In un periodo durante il quale sedute spiritiche, medium e l’occulto suscitavano grande interesse tra il pubblico, la tavola Ouija divenne uno strumento, per lo più in voga tra i borghesi e benestanti che erano disposti a spendere grosse somme di denaro pur di trovare un punto di contatto con un caro defunto.

Photo by: Kennard Novelty Company – Ouija Box
909 East Pratt Street, Baltimore, Maryland & 212 Illinois Street, Chicago, Illinois
Circa 1891-1892

Un secolo dopo, la famosissima casa editrice di giocattoli Parker Brothers acquistò i diritti del marchio e produsse la tavoletta facilitandone l’acquisto per chiunque, soprattuto per un pubblico più giovane.

La tavola Ouija consiste in una plancia, generalmente di legno liscio, sul quale sono scritte o incise delle lettere dell’alfabeto e sotto di esse i numeri da 0 a 9 e, agli angoli della plancia sono scritte le parole SI e NO e sotto i numeri la parola ADDIO. Insieme alla tavoletta c’è la cosiddetta “plachette” ovvero lo strumento per comunicare, a forma di goccia all’interno della quale c’è un quadrante trasparente che agevola la visione dei numeri o delle lettere.

Perchè la tavola Ouija è considerata pericolosa? Il più delle volte, usata con inscoscienza o per semplice divertimento, la tavola Ouija può invocare uno spirito la cui natura rimane indefinita, col risultato di non riuscire più a chiudere il collegamento se esso si rivela malefico.

I partecipanti alla seduta, più di due si consiglia, si tengono per mano per creare un legame spirituale protettivo, per poi porre l’indice della mano destra e sinistra sulla plachette inziando a girare in tondo per evocare la presenza.

Allo spirito a questo punto viene chiesto di presentarsi e gli si pone la domanda desiderata.

Regole Ouija

  • Non usarla da soli
  • Non far cadere la plachette dalla Ouija
  • Salutare e chiudere sempre la seduta
  • Non usare mai la Ouija quando si è malati, stanchi o fisicamente e mentalmente deboli
  • Non usare Ouija in luoghi come cimiteri, ospedali o dove c’è la presenza della morte
  • Se la plachette è dotata di vetro purificarla con una candela accesa
  • Non lasciare mail la plachette sulla tavola quando è inutilizzata

Domande da non fare mai a Ouija

  • L’esistenza di Dio
  • La data della propria morte
  • Richieste di ricchezza

Ouija Star di Hollywood

Neanche a dirlo, il cinema si è sbizzarrito con le storie sulla tavola Ouija da Paranormal Activity a Ouija – Le origini del male, Le verità nascoste, The Conjuring e molti altri ancora.