Titolo originale:  Once Upon a Time in America

Tipologia: Lungometraggio

Genere: Drammatico

Regia: Sergio Leone

Soggetto: Romanzo di Harry Grey

Cast: Robert De Niro, James Woods, Jennifer Connelly

Sceneggiatura: Sergio Leone, Leonardo Benvenuti,

Piero De Bernardi, Enrico Medioli, Franco Arcalli, Franco Ferrini

Colonna Sonora: Ennio Morricone

Anno: 1984

Nazione: USA, Italia

Durata: 229 minuti

Dopo il clamoroso flop dell’uscita home video di qualche anno fa, replicata da un Blu-Ray più recente con le medesime caratteristiche, ma soprattutto anch’esso mancante del doppiaggio originale del 1984, C’era una volta in America ritorna in una nuova edizione home video, dopo un breve passaggio nelle sale cinematografiche in edizione 4k, edito ancora una volta da Warner.

La famiglia Leone, unitamente alla Cineteca di Bologna e ad altri sponsor di un certo rilievo, ha rimesso mano al capolavoro del regista romano a ventotto anni dalla sua prima uscita, restaurando il tutto in alta definizione, aggiungendo le sequenze “perdute” rimontandole seguendo le indicazioni lasciate dall’autore ma soprattutto ripristinando il doppiaggio del 1984, motivo principale per il quale gli appassionati boicottarono la prima edizione home video del film.

L’epopea descritta in ben quattro ore e dieci minuti – nella nuova versione extended – da Leone abbraccia un arco temporale di cinquant’anni, raccontando la storia di Noodles e Max – gli strepitosi De Niro e Woods –  e dei loro compagni sullo sfondo di scontri tra bande, rivalse malavitose e storie d’amore tormentate.

C’era una volta in America non è solo un grandioso affresco metropolitano di un’epoca indelebilmente segnata da eventi malavitosi, è soprattutto uno straordinario film di attori, fatto di silenzi, di primi piani, di emozioni trasposte su pellicola, che solo un grande artista come Leone sapeva riprodurre, esattamente come nei western che lo hanno reso celebre.

E C’era una volta in America potremmo anche definirlo un western, proprio alla Sergio Leone, che non può non piacere ad ogni appassionato della Settima Arte che si definisca tale. Un capolavoro imprescindibile, un kolossal storico, una prova d’attori d’alto rango, una lezione di cinema.

La nuova edizione Warner ci mostra le due facce della medaglia di un gioiello finalmente recuperato e restaurato: se da un lato è apprezzato lo sforzo del riversamento in 4k e del recupero del doppiaggio originale con le voci di Amendola & co., dall’altro una nota di parziale demerito va alla scelta di pubblicare un film della durata di ben 250 minuti circa, in formato 1,85:1 in un unico disco Blu-Ray, a scapito della risoluzione e della qualità complessiva del prodotto.

Non si può dire che il disco non sia di buon livello tecnico, ma visto il restauro in 4k – chi lo ha (ri)visto al cinema può confermarlo – uno sforzo in più da una major blasonata come la Warner, lo avremmo quasi dato per scontato.

Se il giudizio al disco non raggiunge i massimi livelli, quello sul pack sfiora i minimi storici: cover con indicazioni di massima [l’indicazione che si tratta della versione restaurata con doppiaggio originale appare su un adesivo posto su cellophan], box standard e nessun inserto interno. Non si tratta sicuramente di un’edizione speciale, anzi. Il film è comunque godibile appieno, e se non altro i realizzatori hanno colmato una lacuna grande come una casa: peccato, perché a un’opera di questa portata poteva essere riservato certamente un trattamento migliore.

Recensione di Zederfilm – Si ringrazia la fonte: InGenere Cinema