Gli anni 80 non hanno partorito solo giochi e passatempi divertenti ma anche dei rompicapo con i quali c’era ben poco da ridere!
Uno di questi, che è passato alla storia per essere il giocattolo più venduto al mondo con 300 milioni di pezzi, è il famosissimo CUBO DI RUBIK.

rubik2Il cubo di Rubik, o cubo magico, o cubo malefico – quest’ultimo l’ho coniato io 😁 – fu inventato da un certo Professore di architettura nonché scultore ungherese, Ernő Rubik – il Prof. non c’aveva ‘na ceppa di meglio da fare – nel 1974.
Potete vederlo soddisfatto nella foto qua sopra. 😁
In origine il nome era appunto Magic Cube, per essere poi rinominato Rubik’s Cube dalla Ideal Toys nel 1980, anno in cui tra l’altro vinse anche il premio come Gioco dell’anno in Germania – pensa te! – ottenendo il primato di unico solitario che è mai stato premiato nella storia dei giochi.

rubik3Come dicevo sopra, il Prof. Rubik inventò il gioco a scopi didattici e infatti si diffuse inizialmente tra matematici e statisti – e te credo solo loro potevano risolverlo – anche se la prima versione era diversa da quella di oggi, monocolore di legno e con gli angoli smussati. L’anno seguente venne modificato come lo conosciamo oggi, Rubik lo brevettò e lo affidò alla casa produttrice di giocattoli Polithechnika affinché lo distribuisse.
Fino al 1977 non si vendette neanche una copia per poi cominciare la scalata nelle vendite grazie alla Ideal Toys Company che ne acquistò i diritti per esportarlo anche oltre il paese col nuovo nome – Olèèèèèèèèèèè – fino a venderne ben 100 milioni di pezzi nel 1982.

rubik4

Nel 1995 in occasione del 15° anniversario del caro cubetto, venne realizzato un cubo d’oro e gioielli – ‘na cafonata – da 185 carati!! E nel 2005 venne rilasciata un’edizione speciale – ce l’ho! – per i suoi 25 anni.
 rubik5

Inutile dire che hanno scritto libri, riviste e altre cose su “come risolvere il cubo” – boh – io sono una capra e non l’ho MAI risolto, e MAI lo risolverò – ma continuerò a dormire la notte nonostante questo, o almeno credo – anche perché le poche volte che ho provato dopo qualche giro di colori mi è venuta voglia:
a) di staccare gli adesivi colorati e attaccarli vicini a quelli dello stesso colore – buuuuuuuuuu vergognatiiii!! –
b) di scaraventarlo il più lontano possibile – e credo di averlo fatto –

rubik6A quanto pare esiste un WORLD’S RUBIK CUBE CHAMPIONSHIP – pazzi fottuti – e il campione che ci ha impiegato meno è un certo Lucas Etter, un ragazzino – …… – che ha risolto il rompicapo in 4”90 nel 2015.
QUATTRO SECONDI VI RENDETE CONTO???
Non ci credete? A voi il video e…
Buona sfida strateghi 😉

All rights Reserved©